.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

venerdì 24 giugno 2016

DOTTRINA. la vera umiltà sta nell'ascoltare la voce di Dio

"Ascoltando la voce di Dio e seguire le sue indicazioni questa è la vera umiltà".

Or Mosè era un uomo molto umile, più di ogni altro uomo sulla faccia della terra. (Numeri 12:3)

Questa è la giusta umiltà, non quella di lasciare tutto e tutti e diventare miseri e poveri, ma quello di ascoltare la voce di Dio e fare ciò che Dio ci comanda.
Perciò Mosè viene indicato come l'uomo più umile che è esistito sulla terra nella sua epoca. Perché? Perché anche se non vide Dio chiaramente, ma lo poté vedere solo ascoltando la sua voce e praticò ciò che Egli gli suggeriva, dal suo inizio infine alla fine dei suoi giorni. Cosi anche noi, mettendo in pratica la parola di Dio (La Bibbia) saremo come Mosè e come tutti i servi di Dio che lo hanno servito, sia nell'Antico che nel Nuovo Testamento.

E il comando che Dio ci dona attraverso la sua Parola, (sia scritta che udibile) è un comando che ci porta ad essere uomini e donne spirituali e pratici della vita.
E Dio non ci dirà mai da fare cose strane e pesanti ma ad ognuno darà secondo il peso che egli potrà portare, il che saranno solo cose per l'avanzamento del suo regno. Mosè lavorò interamente per il regno di Dio.

Gesù il Signore venne sulla terra, per portare a termine un mandato/missione di Dio Padre, per la salvezza di tutto il genere umano, attraverso la sua vita, si legga attentamente (Isaia 53)

Egli andò sulla croce per morire al nostro posto, e per donarci piena vita in Lui. Tutti gli uomini e donne della Parola di Dio hanno fatto similmente, rinunciando alla propria esistenza umana, per svolgere il grande mandato, dato da Dio per la loro vita. (Si legga in proposito (Atti degli Apostoli) dal 1 al l'ultimo capitolo e si legga pure (Ebrei 11).

Anche noi nella nostra presente generazione, dobbiamo ascoltare la voce di Dio, e prendere quella direzione indicata da Lui, cosi pure noi saremo chiamati umili della nostra generazione se faremo come Gesù il Signore, Mosè, Elia e tutti i profeti e gli apostoli, che hanno ascoltato la voce di Dio e l'anno praticata, e come Dio ha detto alla loro vita, un giorno ascolteremo questa frase direttamente dalla bocca del Signore Gesù: Il suo padrone gli disse: "Va bene, servo buono e fedele, sei stato fedele in poca cosa, ti costituirò sopra molte cose; entra nella gioia del tuo Signore". (Matteo 25:23)

Fonte: Riscoprire le verità della Parola di Dio