.feed-links { display:none; } -->
Italy English Español Portugeus Belgium Netherland Français Deutsch Israel Seguci su: Twitter Seguci su: Facebook Seguci su: Twitter Instagram IN RETE DAL 2005

Perché Dio ha tanto amato il mondo che, ha dato il Suo Unigenito Figlio, affinché chiunque crede in Lui non perisca, ma abbia vita eterna. Giovanni 3:16 |

sabato 28 novembre 2009

04. Luoghi Trascurati

Soggetto: “Luoghi Trascurati”

Testo biblico: (2 Re 6:8-10)

Il popolo di Dio è sempre stato in guerra e lo sarà sempre sino al ritorno di Cristo.

· Antico Testamento (popolo d’Israele)

· Nuovo testamento (la Chiesa)

Sia individualmente sia come chiesa locale si avrà sempre delle lotte, dei conflitti. L’obiettivo del nemico è di ostacolare con tutte le sue forze, la missione sia personale sia come chiesa locale, egli non vuole che il regno potente di Dio avanzi qui sulla terra.

Per questa ragione è importante per ogni singolo credente e per ogni chiesa locale, conoscere:

A) la natura del nemico,

B) le strategie della guerra

C) l’offensiva e la difensiva.

Purtroppo alcuni cristiani e alcune chiese locali vivono una vita spirituale tiepida, vegetando, non vanno ne avanti e ne indietro, vivono una vita passiva senza sforzarsi per ricercare le armi spirituali, lasciando spazio al nemico e quando egli attacca sono spiazzati e confusi, perché non conoscono le armi della guerra. Così i luoghi d’entrata trascurati diventano per il nemico un facile ingresso per mettere in atto i suoi attacchi malefici e distruttivi, in guerra non ci si può permettere di trascurare i posti di guardia.

“Guardati dal trascurare quel tal luogo, perché vi stanno scendendo i Siri” (2 Re 6:9)

Paolo esortava in una delle sue lettere “…non date luogo (spazio) al diavolo…”. In altre parole lo spazio che gli diamo diventa per lui un luogo d’ingresso.

Quali potrebbero essere i luoghi, che noi come cristiani, non dobbiamo e non possiamo trascurare per nessun motivo?

A) Comunione con Dio

B) Preghiera (individuale e comunitaria)

C) Lettura e meditazione della Bibbia

D) Evangelizzazione (personale e comunitaria)

A) Comunione con Dio

La comunione con Dio è alla base d’ogni cosa. Questo significa: pensare a Lui, cercare Lui, inebriarsi di Lui. “Ti ho cercato con tutto il io cuore;..” (Salmo 119:10)
Dio era fortemente adirato con il popolo d’Israele per due motivi : “Poiché il mio popolo ha commesso due mali: a) ha abbandonato me, la sorgente di acqua viva; b) per scavarsi delle cisterne, cisterne rotte che non tengono l’acqua”. (Geremia 2:13)

La comunione con Dio era stata sostituita da altre cose: semplici forme religiose, attività per soddisfare il loro proprio “io”. La comunione intima si era trasformata in una comunione superficiale e fredda.

Avere comunione con Dio e più che venire al culto domenicale o infrasettimanale, e più che conoscere la bibbia a memoria e più che cantare lodi a Lui.

Questo luogo viene troppo spesso trascurato.

B)La preghiera

Individuale:

Nel passato, tutti i grandi uomini e donne di Dio, si recavano giornalmente nell’alto solaio, per la preghiera; dicono che le ginocchia di Giacomo erano divenute simile a quelle di un cammello per la costante preghiera. Non si può pensare si vivere la vita quotidiana senza dei momenti di preghiera personale.

Comunitaria:

La preghiera è il carro armato del popolo di Dio, però oggi questo strumento molto usato dai nostri padri spirituali giace in un museo di guerra. Una chiesa che non prega è destinata alla morte spirituale.

Sembra che gli incontri di preghiera comunitaria devono essere portati avanti solo da alcuni membri, a poco servono le esortazioni di Gesù, degli apostoli e dei responsabili di chiesa:

“pregate in ogni tempo” “pregate per tutti i santi”; “pregate per tutti gli uomini, per i governanti”; “pregate per non cadere in tentazione, perché lo spirito è pronto ma la carne è debole”

Abbandonare questo luogo significa perdere la battaglia già in partenza. Abbandonare questo luogo significa non ricevere da Dio un risveglio, nella nostra vita e nella nostra Nazione

Vorrei citare alcuni esempi di uomini di Dio:

-Carlo Finney non andava ad Evangelizzare se prima non passava almeno 4 o 6 ore di preghiera

- Billy Graham in un seminario cristiano disse: “Ci sono almeno tre cose che un cristiano e una comunità dovrebbe sempre fare: pregare, pregare, pregare”.

- Un giorno Martin Lutero si trovava nel suo studio e mentre pensava come risolvere i suoi problemi una voce gli sussurrò nell’orecchio: “Inizia dalla preghiera”.

-Il grande risveglio in Indonesia partì da una riunione di preghiera di alcuni anziani in una chiesa presbiteriana

Alcuni esempi biblici:

(Atti 2:1-2; Atti 3:1-2; Atti 4:31; Atti 12:5)

Io dico sempre che la preghiera sono i polmoni del credente e della chiesa. E senza i polmoni non si può vivere.

C) Lettura e meditazione della Parola di Dio

Nella Bibbia, sta scritto: “Il mio Popolo perisce per mancanze di conoscenza. Poiché tu hai rifiutato la conoscenza, anche Io ti rifiuterò come mio sacerdote; poiché tu hai dimenticato la legge, del tuo Dio, anche Io dimenticherò i tuoi figli”. (Osea 4:6) Parole molto dure, ma era ed è per il bene del popolo.

È importante che ogni giorno prendiamo il tempo per la lettura e la meditazione della Parola di Dio. La Parola è il nutrimento per il nostro uomo interiore, trascurare questo luogo, significa non voler mangiare, vuol dire far deperire l’uomo interiore, significa che il nemico ci può confondere con qualsiasi sua filosofia.

Alcuni passi della Bibbia:

(v.105) “La tua parola è una lampada al mio piede ed una luce sul mio sentiero” (Salmo 119)

Questo ci mostra che la parola ci da la giusta direzione di come e di dove camminare, fare le giuste scelte: nel campo professionale, morale, spirituale, matrimoniale, ecc…..

(v.103) “Come sono dolci le tue parole al mio palato! Sono più dolci del miele alla mia bocca”.

Questo ci parla che la parola è, e vuole essere il rimedio di consolazione, il rimedio che addolcisce le amarezze della vita.

(v.140) “La tua parola è pura di ogni scoria; perciò il tuo servo l’ama”.

Questo ci parla del fatto che la parola di Dio non è inquinata. Oggi quasi tutte le riviste, i giornali e molti libri sono inquinati e se noi prendiamo più tempo per queste cose che per la lettura e la meditazione della parola, allora la nostra anima sarà inquinata. Ci sono anche degli ottimi libri cristiani, che edificano lo spirito e l’anima.

(165) “grande pace hanno quelli che amano la tua legge, e non c’è nulla che li possa far cadere”.

Questo significa che se noi meditiamo la parola di Dio, nessuna circostanza o problema ci potrà far cadere, ci può togliere la gioia o la pace. Solo la parola di Dio può dare quella stabilità interiore che nessun’altra cosa può dare.

D) Evangelizzazione

(Matteo 28:19) (Ezechiele 3:17-19)

La missione cardinale della chiesa e del singolo cristiano è, e deve essere l’evangelizzazione.

Ci sono le campagne di evangelizzazione organizzate, in piazza, nelle chiese, per televisione, per la radio… Questo è ottimo, ma io personalmente credo che ogni opportunità bisogna sfruttarla. Quando si viaggia in treno o in aereo, quando si è sul lavoro, nel vicinato ecc.. (1 Timoteo 2:1-4)

Il testo iniziale diceva: “Guardati dal trascurare quel luogo”. Quale luogo hai trascurato sino ad oggi? È molto importante che tu risponda a questa domanda e se stai trascurando qualche luogo chiedi perdono a Dio, sottometti a Lui e inizia a recuperare ciò che il nemico ti ha rubato.